COWBOY CULTURE & BUCKAROO 

This post is also available in: English

Alla ricerca delle radici dei Cowboys e delle tradizioni rurali

Il Ranch è a Nord Ovest del territorio, in un meraviglioso scenario naturale: l’alternanza di dolci rilievi e valli attraversate da fiumi crea uno spettacolo unico di cromatismi e sfumature; un paesaggio di singolare bellezza, tra riserve naturali e parchi protetti.

Qui Drew, insieme a Nat, l’amore della sua vita, governa cavalli e bestiame in maniera libera, cruda, vera: sempre in sella, tramandando 500 anni di tradizione e cultura dei Buckaroo e con la mente sempre pronta a studiare e concretizzare progetti “marchiati” Ranch Academy.

RA è una “working cowboy school”, un luogo dove apprezzare la vita da Ranch nella sua completezza : grandi spazi, bestiame, viaggi in sella e avventura, sperimentando le diverse attività legate alle antiche tradizioni della Frontiera Americana.

La “lenta educazione alla vita” di Drew inizia nella Maremma laziale, con i suoi grandi pascoli, i cavalli rustici e selvatici e la grande tradizione dei Butteri: in questi luoghi Drew ha le prime esperienze con i cavalli da lavoro.

Dopo il primo ingaggio in Wyoming si farà le ossa poi in Oregon, Nevada, Idaho, California e Montana tra paesaggi straordinari, gente semplice, dura e diretta, tra cavalli difficili e tenaci e mandrie immense.

Grazie alla bravura e alla tenacia nell’affrontare questa vera dura vita, Drew può vantarne la condivisione , ma soprattutto l’amicizia , di grandi maestri come Ray Hunt, Buck Brannaman, Warren Johnson o il grande Maestro Mauro Ferraris di Riserva Alpitrek.

Drew è inoltre giornalista e scrittore, oltre ad essere un disegnatore eccellente: il libro “HORSEPOWER”, dedicato al cavallo, raccoglie le emozionanti fotografie di Natalia Estrada ed è ricco di suoi disegni e poesie.

Nell’accogliente tana tra legno, redini e cappelli da Cowboy alle pareti , beviamo un caffè americano, fumiamo un sigaro e con Drew esaminiamo nei dettagli alcuni dei capi di abbigliamento che ha indossato in questi anni: dai jeans di Denim robusto alle field jacket, fino alle camicie commemorative dei Rodeo e ai capi outdoor scovati nei General Store nordamericani.

L’importanza per i dettagli e la ricerca di tessuti robusti che possano essere resistenti e pratici allo stesso tempo quando si è in sella, l’importanza dei fit delle giacche Filson o Carhartt con le maniche più corte per facilitare il lavoro o la caccia, l’importanza degli snap-buttons nelle camicie western o del loro fit per riparare dal vento, Denim Wrangler robusto e rinforzato, impermeabili Schaefer gialli e Gus hats 50x Beaver.

 

Ne apprezziamo la fattura e l’usura, vissuta anche nell’immaginario tramite i racconti di Andrea “Drew” Mischianti con cui condividiamo questa altra grande passione.

Grazie.